Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Colpo di scena: Di Maio nel Golfo potrebbe clamorosamente saltare

Potrebbe clamorosamente saltare la nomina di Luigi Di Maio come rappresentante Ue nel Golfo Persico. Il curriculum dell’ex ministro degli Esteri, sarebbe infatti completamente inadeguato rispetto al ruolo che dovrebbe andare a ricoprire, e sembrerebbe non convincere nessuno, né in patria né all’estero. 

Alla levata di scudi in Italia alla notizia della sua probabile nomina, sono seguiti i dubbi sollevati da Bruxelles, senza contare poi gli sfottò dei francesi. Appena qualche giorno fa, infatti, Le Figarò faceva notare come l’inglese dell’ex titolare della Farnesina sia da principianti, e che per quel ruolo sia invece necessario un inglese avanzato e fluente che lui non possiede. Quasi come a voler dire: se nominate Di Maio rischiate di fare l’ennesima figuraccia. 

Anche il successore di Luigi Di Maio alla Farnesina, Antonio Tajani, ha prontamente voluto chiarire che la proposta di nomina al Golfo dell’ex capo politico dei Cinque Stelle non é espressione del governo in carica, bensì di quello precedente. Insomma, Tajani mette le mani avanti per esonerare l’attuale esecutivo da ogni responsabilità legata all’operato di Di Maio in sede Ue. 

Ma non è tutto, perché in queste ultime ore starebbe iniziando a circolare un nuovo nome per l’incarico nel Golfo. L’esecutivo di centrodestra starebbe infatti ragionando sulla possibilità di presentare un’altra candidatura alternativa a Luigi Di Maio: quella dell’ex ministro della Transizione Ecologica del governo Draghi Roberto Cingolani. Dalla sua, Cingolani possiede un inglese perfetto, una laurea in Fisica, un importante background proprio sulle tematiche energetiche e, soprattutto, gode della stima e del rispetto della comunità internazionale. Non da ultimo, l’ex ministro della Transizione Ecologica vanta degli ottimi rapporti con Giorgia Meloni. 

Alla luce di quanto detto, sembrerebbe proprio che il matrimonio Di Maio-Ue non s’abbia da fare. Con buona pace di quel Mario Draghi, testimone d’eccezione dell’ex ministro degli Esteri, che potrebbe vedere il suo figlioccio clamorosamente mollato sull’altare. 

SALVATORE DI BARTOLO

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: